Alcaraz dovrà spodestare Djokovic dal suo trono, dice Wilander

Gioca una partita che non hai nemmeno capito che potevi giocare, come Boris Becker qui nel 1985. «È possibile che Carlos Alcaraz giocasse il 25% meglio domani perché è successo prima a giovani ragazzi e ragazze.»Con Federer in pensione, Nadal presto seguirà e Djokovic negli ultimi capitoli della sua carriera, nonostante sia ancora la forza dominante, il tennis maschile è alla fine di un’epoca – con quei tre che hanno condiviso 65 titoli del Grande Slam.»Carlos è arrivato in un momento perfetto», ha detto Wilander.

Alcaraz dovrà spodestare Djokovic dal suo trono, dice Wilander-1

Carlos Alcaraz dovrà calciare Novak Djokovic dal suo trono di Wimbledon nella finale di domenica perché non gli verrà dato un pollice, secondo il sette volte campione del Grande Slam Mats Wilander.

Lo spagnolo di 20 anni tenterà di porre fine alla corsa di 34 partite di Djokovic sull’erba di Wimbledon e negare al serbo un titolo del 24 ° Slam pari a record e il quinto titolo consecutivo all’All England Club dove è stato campione sette volte.Alcaraz è già il numero uno al mondo e ha rivendicato gli Stati Uniti Open dell’anno scorso battendo Casper Ruud, ma la sfida di Djokovic è «un altro universo», secondo Wilander.

Se avesse successo, tuttavia, lo svedese crede che rappresenterebbe un cambiamento sismico nel tennis maschile.»Se riesce a mettere insieme il puzzle contro Novak che non ti dà nulla, allora parliamo di qualcuno che trascenderà il nostro gioco», ha detto a Wimbledon la copertura di Eurosport di Eurosport.

«È davvero importante che Carlos Alcaraz batte Novak Djokovic in una finale del Grand Slam prima (la carriera di Djokovic) sia finita. È davvero importante per il nostro sport che la persona che è il campione viene cacciato dal trono, proprio come Lleyton Hewitt ha fatto con Pete Sampras.»Sarebbe un’iniezione di energia per il nostro sport se Carlos può farlo ad un certo punto, se non domani, allora agli Stati Uniti Open.Uno dei giovani ha bisogno di battere Novak prima di aver finito. «

Il gioco All-Court di Alcaraz ha entusiasmato la folla di Wimbledon quest’anno e Wilander afferma di essere il «pacchetto completo».»Ha la selezione di tiri di (Roger) Federer. Ha la passione di Rafa (Nadal). Ha il movimento di Djokovic. E poi ha un’altra cosa che nessuno di loro ha o ha, che è il sorriso.

«La facilità con cui fa tutto e sembra così comodo.»Alcaraz ha distrutto il terzo seme russo Daniil Medvedev per creare la resa dei conti di Djokovic ma dovrà replicare tale performance e alcuni, se vuole vincere domenica, dice Wilander.

Lo spagnolo ha affrontato Djokovic in una semifinale aperta francese con entusiasmo il mese scorso, ma dopo aver vinto il set di apertura ha sofferto di crampi ed è stato sopraffatto in quattro set.»Naturalmente Djokovic può perdere, ma non credo che se ne preoccupi non di meno», ha detto Wilander.

«Arriverà e giocherà a circa il 90% per tutto il tempo, immergendosi a forse l’85% e talvolta fino al 95%. Ma sarà lì per tutto il tempo. Carlos sarà a rotelle per la partita a causa della partita a causaNon puoi stare con Novak per cinque set. Devi entrare e uscire. Novak non avrà un tuffo. «La cosa con Carlos è che può fare quello che tutti noi facevamo quando eravamo davvero giovani, il che è improvvisamente, perchéDell’adrenalina … gioca una partita che non hai nemmeno realizzato che potevi giocare, come Boris Becker qui nel 1985.

«È possibile che Carlos Alcaraz giocasse il 25% meglio domani perché è successo prima ai giovani e alle ragazze.»Con Federer in pensione, Nadal presto seguirà e Djokovic negli ultimi capitoli della sua carriera, nonostante sia ancora la forza dominante, il tennis maschile è alla fine di un’epoca – con quei tre che hanno condiviso 65 titoli del Grande Slam.

«Carlos è arrivato in un momento perfetto», ha detto Wilander.»È così contagioso, è la persona perfetta al momento perfetto. Ma non riesce a perdere con Djokovic nei Grandi Slam.»

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos obligatorios están marcados con *